730 Cosa Scaricare

730 Cosa Scaricare 730 cosa

Il modello , la dichiarazione dei redditi per eccellenza, presenta numerosi vantaggi tra cui quello di non dover eseguire calcoli complessi e. Intermediari: Puoi detrarre il 19% su una spesa massima di € se ti sei servito di un'agenzia immobiliare per l'acquisto dell'abitazione principale. Se hai una. in dichiarazione dei redditi: visto l'imminente avvio della stagione del modello , facciamo il punto su cosa si può scaricare dalle tasse. Ricorda che queste spese, affinchè possano essere scaricate, devono essere documentate da fattura, scontrino o ricevuta fiscale. Modello Cosa si può. deducibili e detraibili da scaricare dal modello e modello Redditi spiegando in particolare cosa sono e come funzionano, quali sono e.

Nome: 730 cosa
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Gratis!
Dimensione del file: 16.80 Megabytes

In effetti visti i costi spesso esorbitanti della RC auto obbligatoria a Napoli per esempio costa più del doppio che in altre città , molti contribuenti sperano di rientrare almeno parzialmente dalla spesa usufruendo di qualche agevolazione fiscale.

Fino a quella data era ancora deducibile la quota della polizza garantita e versata al Servizio Sanitario Nazionale. La detrazione di quella voce si applicava solo ed esclusivamente agli importi superiori a 40 euro, sulla cifra eccedente.

Innanzitutto sono deducibili solo le polizze stipulate o rinnovate entro il 31 dicembre e che abbiano una durata non inferiore a 5 anni.

Inoltre il contratto deve contenere una clausola che escluda la concessione di prestiti nel periodo di durata minima.

La non concorrenza alla formazione del reddito di lavoro significa, di fatto, aver fruito di una deduzione e dunque di un beneficio fiscale per il premio versato, quindi le spese sanitarie rimborsate sono tutte indetraibili dal reddito.

Scarica anche: 730 2018 scaricare

Esempio di calcolo delle spese mediche rimborsate detraibili in dichiarazione dei redditi Proviamo ad effettuare un esempio pratico per individuare la quota di spese sanitarie rimborsate detraibili. I rimborsi delle spese mediche del FASI Una particolare casistica che riguarda il rimborso delle spese sanitarie è quella che riguarda il FASI Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa alle prestazioni del servizio sanitario nazionale.

Si tratta di un fondo che effettua prestazioni sanitarie a favore dei dirigenti delle imprese industriali, siano essi in servizio o in pensione. Con questi documenti di prassi è stata definitivamente chiarita la possibilità di portare in detrazione le spese sanitarie rimborsate dal Fondo. Le spese mediche rimborsate deducibili si trovano con il meccanismo di calcolo visto in precedenza.

Non vi sono, quindi, differenze di trattamento tra un dirigente iscritto al FASI ed un dipendente con versamenti effettuati ad altri enti. Trattandosi quindi di contributi non dedotti dal reddito, per i dirigenti in pensione le spese mediche rimborsate dal FASI sono sempre ed interamente detraibili.

Per approfondire: Detrazione spese sanitarie nel modello Rimborso delle spese mediche e detrazione fiscale: conclusioni La disciplina fiscale riguardante il rimborso delle spese sanitarie rimborsate non è delle più semplici.

Si consiglia di controllare attentamente la copia della dichiarazione e il prospetto di liquidazione ela- borati dal sostituto d'imposta per riscontrare eventuali errori.

Presentazione al Caf o al professionista abilitato Chi si rivolge a un Caf o a un professionista abilitato deve consegnare oltre alla delega per l'accesso al modello precompilato, il modello , in busta chiusa.

I principali documenti da esibire sono: la Certificazione Unica e le altre certificazioni che documentano le ritenute; gli scontrini, le ricevute, le fatture e le quietanze che provano le spese sostenute. Prima dell'invio della dichiarazione all'Agenzia delle entrate il Caf o il professionista consegna al contribuente una copia della dichiarazione e il prospetto di liquidazione, modello , elaborati sulla base dei dati e dei documenti presentati dal contribuente.

Nel prospetto di liquidazione sono evidenziate le eventuali variazioni in- tervenute a seguito dei controlli effettuati dal Caf o dal professionista e sono indicati i rimborsi che saranno erogati dal sostituto d'imposta e le somme che saranno trattenute. Si consiglia di controllare attentamente la copia della dichiarazione e il prospetto di liquidazione elaborati dal Caf o dal professionista per riscontrare eventuali errori.

Da leggere con attenzione

Vantaggi sui controlli Se il precompilato viene presentato senza effettuare modifiche direttamente tramite il sito internet dell'Agenzia oppure al sostituto d'im- posta non saranno effettuati i controlli documentali sugli oneri detraibili e deducibili che sono stati comunicati all'Agenzia delle entrate.

I controlli documentali possono riguardare, invece, i dati comunicati dai sostituti d'imposta mediante la Certificazione Unica.

Se il precompilato viene presentato, con o senza modifiche, al Caf o al professionista abilitato, i controlli documentali saranno effettuati nei confronti del Caf o del professionista anche sugli oneri detraibili e deducibili che sono stati comunicati all'Agenzia delle entrate. Attenzione: qualora si tratti di assistenza a persona non autosufficiente è possibile detrarre anche le spese sostenute per retribuzioni nel limite di 2. Necessario anche certificato medico che attesti il collegamento tra sussidio e disturbo.

Per quanto riguarda il bonus mobili per le giovani coppie è necessario fornire la documentazione che dimostri la convivenza da almeno 3 anni.