Scaricare Mine Vaganti

Scaricare Mine Vaganti  mine vaganti

Nella casa c'è molta attesa per il ritorno di Tommaso (Riccardo Scamarcio). La mamma Stefania (Lunetta Savino), il padre Vincenzo (Ennio Fantastichini), la zia . Mine vaganti. Titolo:Mine vaganti. Cast:Riccardo Scamarcio, Alessandro Preziosi , Nicole Grimaudo, Ennio Fantastichini, Elena Sofia Ricci, Carolina Crescentini. In questo senso, la miniera Vaganti, non oscurare l' interesse particolare di Ozpetek per le diverse forme di squilibrio nelle relazioni sociali nel. Tommaso is the youngest child in the large, eccentric Cantone family who own a pasta factory in Puglia: his mother Stefania is loving but suffocated by. Mine vaganti è un DVD di Ferzan Ozpetek - con Riccardo Scamarcio, Nicole newindependentpartyiowa.info trovi nel reparto Commedia di IBS: risparmia online con le offerte IBS!.

Nome: mine vaganti
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza:Gratis!
Dimensione del file: 59.15 Megabytes

Nella casa c'è molta attesa per il ritorno di Tommaso Riccardo Scamarcio. Sei un blogger? Copia la scheda del film. Le mine vaganti, ci spiega la voce fuori campo, "servono a portare il disordine, a prendere le cose e a metterle in posti dove nessuno voleva farcele stare, a scombinare tutto, a cambiare i piani". Un bel concetto ma che perde in efficacia dal momento che tutto sembra ricomporsi alla fine, i pezzi tornano al loro posto e, perfino la donna che meritava il soprannome, alla fine non aveva forse rinunciato al suo vero amore per sposare chi ci si aspettava che sposasse?

La scena della festa finale, in quell'atmosfera di conciliazione tra passato e presente, disinnesca definitivamente il potere sovversivo delle mine vaganti, come a dire la vita è un casino, ma tutto si supera, tutto si sistema, perchè l'importante è stare insieme La scena piu significativa è il suicidio a base di dolci della fantastica nonna.

Dall'incontro con l'autore alla musica live. Scopri l'appuntamento più vicino a te!

Mine vaganti- Stream & Download ITA

Regia di Ferzan Ozpetek. Stefania e Vincenzo aspettano con ansia il ritorno del figlio Tommaso. Anche zia Luciana, la nonna, sua sorella Elena e Alba, l'amica di sempre, non vedono l'ora di rivederlo.

E tutti coltivano in segreto la speranza che Tommaso accetti di affiancare suo fratello Antonio nella gestione del pastificio di famiglia.

Mine vaganti colonna sonora: tracklist soundtrack

Siamo nella Puglia salentina, nella splendida Lecce: i Cantone sono una ricca famiglia storica famosa per il pastificio che mandano avanti da generazioni e che ora è diretto da Antonio, uno dei due giovani rampolli. Il tutto sotto gli occhi e le orecchie ingenuamente falsamente? Mine vaganti è un bel film che offre molte scene di vita familiare, comprese le tavolate tanto bistrattate dalla critica che, invece, rendono magnificamente la forza delle storie che Ozpetek racconta e che permettono più che in altri momenti di comprendere le atmosfere narrative attraverso botta e risposta nelle conversazioni, frasi sussurrate, rivelazioni e confessioni pubbliche e pensieri e desideri esternati solo da sguardi incrociati.

La tematica omosessuale è la solita in cui ci naviga a meraviglia il regista, ma la trama stavolta viene scelta con delle tipiche manifestazioni di stampo "meridionale" lo sono anch'io che confesso mi hanno fatto morire dal ridere, tipiche dalle nostre parti, anche perché ho dovuto spiegare ad alcuni astemi del modo di fare del Sud il significato e le specifiche di alcuni passaggi del film, in certi momenti e scene molto più divertenti - a mio parere - della trama stessa.

L'amante quasi fissa dell'uomo sposato meridionale, la moglie che sopporta suo malgrado ma che lo tortura, le maldicenze di paese e i pettegolezzi con le relative battute alquanto significative, l'impossibilità e la vergogna mortale di concepire un figlio maschio omosessuale e non femminaro. Stavolta sono certo che dietro Ozpetek c'era un pugliese a dargli delle dritte. Rarissimo ritrovare quell'humor sottile e a doppio senso nei film di oggi.

Cronologia del file

Ma è pur vero che bisogna capirlo. Lo rivedo spesso, sempre in compagnia, e in certi passaggi mi fa sempre ridere come la prima volta.

Commedia dolce-amara che sfata il mito della famiglia modello. Drammatica e controversa, invece, la figura del fratello Antonio. Colpi di scena a non finire. La trama è davvero particolare, tutto gira intorno ad una famiglia del sud ed al loro pastificio. Ferzan con il suo modo di raccontare poterà lo spettatore a riflettere senza mai esser troppo serio, trattando la storia con leggerezza e allo stesso tempo facendo riflettere.

Scamarcio si è rivelato azzeccatissimo per questo ruolo, e il cast che lo accompagna rende tutto più coinvolgente. Ozpetek sbeffeggia alcuni cliché che accompagnano da sempre l'idea di omosessuale, li trasforma in una fonte di divertimento, senza mai essere volgare od offensivo.

Un elogio anche ale ottime interpretazioni di tutti gli attori, dai personaggi principali a quelli di contorno. Avendo letto gli altri commenti ed avendo visto il film direi che qualunque altra parola potrebbe risultare scontata Il film lancia un messaggio profondo ma ognuno lo recepisce e percepisce sulla base dello stato d'animo in cui si trova. Il film è molto piacevole e parla di un tema che in Italia tutti dicono che è ormai superato ed invece non lo è.

Perché la gente si sente proprio come il padre di questa commedia alla notizia di avere un figlio Gay. Cioè la gente si sente male! Le persone non ne parlano. Fanno tutti finta di poterci vivere bene assieme e non è vero. E' uno specchio reale della società italiana che è "lei" ad essere piatta senza spessore e volgare. Non il film. E per chi si sente di dire che il nostro è un paese totalmente integrato con la realtà omosessuale lo invito ad uscire dalla loro bolla di sapone e rendersi conto che in Italia è ancora difficile nascere "rosci" come si dice a Roma , figurarsi gay!

Se poi questo spettacolo a pochi ben pensanti non piace amen. E' vero che forse si poteva anche andare oltre, ma a mio parere è meglio esprime un concetto alla volta. Ed il concetto in questo film è che il nostro è un paese arretrato mentalmente, chiuso nella sua paura del buio e che non si vuole assolutamente sforzare di andare avanti perché in realtà stanno tutti benissimo nella loro ignoranza.

mi date il link dove posso scaricare mine vaganti con riccardo scamarcio!!! per torrent grazie!?

La frase: era tutto per bene Ozpetek è uno di quei registi che apprezzavo quando mi ero appena addentrata nel mondo del cinema. Racconta storie semplici, talvolta curiose, e descrive bene i suoi personaggi.

Non ho per niente gradito, d'altro canto, le riprese a tutto tondo che mi creavano fastidio, anche se ho ne ho percepito la motivazione. Uscendo dal cinema senti quasi di essere contagiato in qualche modo dalle emozioni che ti ha trasmesso. Senz'altro il film più bello visto quest'anno nel quale spiccano un capofamiglia Fantastichini e una nonna Ilaria Occhini interpretati magistralmente. Da dire che la sceneggiatura ha dimenticato delle piccole cose Come tutti i film di Ozpetek, anche questo offre momenti di grande comicità insieme a momenti di riflessione e commozione, un occhio attento e garbato sui tabù e sulle paure della nostra società Il tutto condito con un cast molto azzeccato, una colonna sonora accurata e la meravigliosa cornice Salentina con il suo mare e il suo paesaggio suggestivo, un patrimonio naturale e culturale italiano.

Da non perdere! Tommaso si è allontanato dalla famiglia per vivere tranquillamente a Rorma la sua vita e ora che ritorna a casa decide di rivelare al padre chi sia veramente. Antonio invece, rimasto col padre, ne ha subito le pressioni, e influenzato dal fratello decide di rivelare di essere omosessuale. Ozpetek inscena questa commedia leggera ma intensa ed intrigante nonchè molto divertente sulla necessità di manifestare la propria natura e di seguire le proprie inclinazioni.

Lo dice la saggia nonna a Tommaso,uno dei due fratelli la cui vita è parzialmente una recita,ad uso e consumo della loro famiglia bacchettona, che accoglie la confessione di uno dei due di essere omosessuale come la più grave delle tragedie. Bellissima la scena del ballo finale,dove passato e presente si mescolano e confondono in una serenità ritrovata. In una famiglia chiusa e poco disposta alle novità due fratelli affrontano la propia omosessualità. Solo la nonna che ha vissuto un grande amore contrastato capisce e spalleggia i nipoti.

Ozpetek affronta il tema con la sua solita leggerezza.

Ozpetek fa sognare tutti quelli che pensano che solo la verità renda davvero liberi. Le verità quando esplodono, devono fare terra bruciata. Vuoi mangiare in libreria? Vieni da Red! Conosci Carta Più e MultiPiù? Possiedi già una Carta?

Conosci Carta Più e MultiPiù?

La memoria di Ba Questo file contiene informazioni aggiuntive, probabilmente aggiunte dalla fotocamera o dallo scanner usati per crearlo o digitalizzarlo.

Se il file è stato modificato, alcuni dettagli potrebbero non corrispondere alla realtà.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Si ritiene che esso possa essere riprodotto su Wikipedia, limitatamente alle voci che riguardano direttamente l'opera, in osservanza dell' articolo 70 comma 1 della legge 22 aprile n. È consentita una sola immagine con questa licenza per ogni voce.

Lo screenshot deve essere catturato non copiato online dall'utente che provvede al caricamento del file. Il contenuto non deve presentare watermark digitali a meno che non esistano alternative e non deve essere modificato o ritagliato bande nere escluse.

Impossibile sovrascrivere questo file. La seguente pagina usa questo file: Mine vaganti. Categoria : Screenshot copyrighted film. Menu di navigazione Strumenti personali Accesso non effettuato discussioni contributi registrati entra.