Tubo Scarico Condensa Split

Tubo Scarico Condensa Split tubo scarico condensa split

RACCORDO PER SCARICO CONDENSA 16/20 GIUNTO PER TUBO SPIRALATO 16/16 RACCORDI A TRE VIE PER TUBO FLESSIBILE 16/ Tubo scarico condensa Ø 16/18 mm lunghezza 10 m. Codice: In negozio lo trovi nel reparto: ELETTRICITA. Disponibilità: 70 unità. Prezzo per unità. per l'alloggiamento della predisposizione dell'impianto split con vaschetta di raccolta della condensa Raccordo rigido-flex per scarico condensa Attacco ø 20 con riduzione ø 16 mm Raccorderia varia per tubo scarico condensa. Ciao in poche parole dovresti avere due tubi per condizionatore, un tubo reflex per il passaggio dei fili e un tubo di scarico per la condensa. newindependentpartyiowa.info › blog › scarico-di-condensa.

Nome: tubo scarico condensa split
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Gratis!
Dimensione del file: 43.19 Megabytes

Pompa Si 10 di Sauermann Pompa Sanicondens Plus per acqua di condensa Pompa Sanicondens Best di Sanitrit Acqua di condensa: pompa Sanicondens Clim Mini di Sanitrit Al momento di acquistare un sistema di condizionamento per la propria casa , molti compratori non conoscono la differenza tra climatizzatore e condizionatore, scegliendo magari un apparato di cui non hanno bisogno o che non copre le loro necessità. Entrambi i sistemi svolgono la stessa funzione: raffreddare o riscaldare l'aria se muniti di pompa di calore e mantenere l'ambiente gradevole per le persone che vi dimorano.

Il climatizzatore rinfresca l'ambiente filtrando l'aria attraverso l'acqua, riducendo la temperatura e producendo aria fredda e umida. In pratica, assorbe l'aria calda, la filtra mediante speciali filtri umidi eliminando odori e batteri, la deumidifica convertendola in aria fresca che viene espulsa attraverso un ventilatore.

Il condizionatore, invece, al contrario del climatizzatore riduce l'umidità dall'ambiente producendo aria fredda e secca attraverso il circuito frigorifero contenente gas refrigerante.

Ambedue i sistemi, durante il loro funzionamento, producono inevitabilmente la condensa, che il più delle volte è raccolta in antiestetici recipienti che successivamente devono essere svuotati, operazione questa alquanto fastidiosa.

'+nodupH1.html()+'

Se sei un installatore con qualche anno di esperienza dovresti saperlo: sono molti infatti i professionisti che si sono rivolti a me dopo aver scelto questa soluzione e che dopo un anno dovevano toglierlo in quanto consumava troppo. Una pompa di scarico della condensa?

La pecca è che devi metterlo a casa e attaccato allo split, al di sotto. Anche questa una cosa decisamente brutta da vedere: se pensi che già la gente non sopporta la vista dello split in casa, aggiungerci sotto un altro aggeggio non è certo la cosa migliore!

Ma aspetta un attimo… non ti ho ancora detto chi sono io e perché son qui a parlarti di queste cose! Ma da dove nasce Nebux?

Tutto è successo in un giorno come un altro di parecchi anni fa, proprio mentre io e mio fratello ci trovavamo a casa di un nostro cliente per montare un condizionatore. Era il , forse Insomma, durante il montaggio ci si è presentato il classico problema che non sapevamo dove scaricare la condensa. Ma il nostro cliente era particolarmente esigente e di tenersi la tanica davanti casa proprio non voleva saperne: voleva che trovassimo a tutti i costi una soluzione alternativa.

Capitoli di questo articolo

Quella sera, dopo il lavoro, andai giù a Riccione con mio fratello in un bar vicino al porto. Da quel giorno a oggi ho fatto infinite prove per migliorare il mio prodotto. Preparare una vaschetta per eventuali perdite di condensa dal tubo. Se ci fossero eventuali occlusioni si potrebbe procedere con l'inserimento di un fil di ferro da una parte all'altra.

Invia ad un amico

È buona norma occludere con pezzetti di giornale nei periodi di inutilizzo dei condizionatori per evitare l'intrusioni di eventuali insetti che potrebbero intasare il tubo creando nuovamente problemi. Quando lo scarico di condensa va in depressione, il tubo smette di eliminare la condensa e di sfiatarla verso l'esterno, pertanto possono verificarsi inestetismi come macchie di umidità oppure muffa nelle case e negli appartamenti in cui è installato il condizionatore.

Si tratta di una problematica molto comune ai condizionatori moderni, che spesso sono fatti male o non realizzati a norma, perché se si creano dei sifoni per far scorrere l'acqua di condensa e smaltirla, questa o non scende o si arresta del tutto nel tubo. Attenzione anche se, durante i giorni più caldi, si imposta una temperatura bassa: la condensa infatti, a causa della troppa differenza di temperatura tra l'esterno e l'interno del climatizzatore, potrebbe ghiacciarsi e non scendere più, anche se la macchina è dotata di un tubo adeguato per lo scarico.

Da ultimo, ma non meno importante, l'acqua potrebbe anche non scendere a causa di un'errata misura o dimensionamento dell'apparecchio.

Perché esce acqua dal condizionatore? Dato che la cassetta del water è dotata di un troppo pieno, quando l'acqua inizierà ad essere molta, scaricherà qualche volta di più, ma non si tratta di qualcosa di eccessivamente preoccupante.

Gli scarichi potrebbero essere inseriti in una fognatura separata visto che potrebbero per natura essere considerati come le acque pluviali? Potrebbe essere un'ottima idea, oltre che logica, se non fosse che il vantaggio ci sarebbe soprattutto d'estate, quando con la siccità questi scarichi renderebbero umide le condotte, diminuendo, e anche non di poco, gli annosi problemi igienico-sanitari e olfattivi delle fogne cittadine.

Tornando a parlare dell'aspetto più pratico e meno fantascientifico, questa soluzione al giorno d'oggi potrebbe essere fattibile sui nuovi impianti, ma non su quelli vecchi, in quanto le tubazioni delle macchine più datate non consentono di fare questo collegamento.

Inoltre, il motivo per cui anche i possessori di un nuovo impianto non l'hanno mai attuata è che, per legge, a livello condominiale è vietata, perché il tubo pluviale è destinato soltanto a condurre le acque piovane e non quelle provenienti dai condizionatori.

Installazione senza tubazioni: come fare per scaricare l'acqua di condensa?