Tubo Scarico Wc Diametro Minimo

Tubo Scarico Wc Diametro Minimo tubo scarico wc diametro minimo

Relativamente al tubo di scarico del vaso, in detta foto è del tipo a muro, diametro (Minimo / della colonna montante degli scarichi). di sistemi per lo scarico all'interno dei fabbricati. Tutti i sistemi sono il w.c.) e gli altri scarichi indipendenti ossia: lavelli da cucina Il dimensionamento del diametro tubo puo' essere il livello standard di riferimento, cioè il livello minimo di. Ho innestato in una colonna di scarico diametro 75 un WC (scarico a Il mio dubbio è che, siccome all'interno del tubo in ghisa (la colonna). newindependentpartyiowa.info › ristrutturare-bagno-una-guida-pratic. Il tubo che esce dal wc ha un diametro maggiore di quello che esce dagli altri per arrivare a spessori pari al minimo indispensabile per posare il pavimento Il wc che attualmente hai in bagno ha la vaschetta di scarico.

Nome: tubo scarico wc diametro minimo
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza:Gratis!
Dimensione del file: 12.55 MB

Dalla planimetria sottostante è possibile notare la collocazione del vaso, del bidet o vasca , del lavabo, del piatto doccia ed è inoltre visibile, incassettato in muratura di forati dello spessore di cm 5, murati a malta bastarda , il tubo del diametro del in PVC maggiorato colore arancione che conduce in basso alla fognatura nera stradale, ed in alto sul tetto, dove servirà come sfiato per i maleodori, che altrimenti uscirebbereo dai vari apparecchi sanitari.

CLIC Nella sezione sottostante avete una visione completa, sia pur disegnata, delle curve, della braca e del pezzo speciale con i raccordi laterali da 40 mm, ai quali si attaccheranno gli scarichi del lavabo, del bidet e della doccia, Sopra la parte diritta della braca, del diametro del , verrà innestato il vaso in porcellana.

CLIC Più sotto ancora, notate le fotografie di un bagno in una casa da ristrutturare, e specie nella prima foto è possibile vedere la braca, il pezzo speciale sotto la braca in grigio e le varie curve.

Relativamente al tubo di scarico del vaso, in detta foto è del tipo a muro, quindi si è dovuto montare un vaso con lo scarico a parete. Comunque, nella nostra casa non abbiamo questo problema.

Proseguendo, nel disegno della pianta sottostante, sono indicati in rosso i percorsi dei nostri scarichi: come vedete quelli del bidet e del lavabo sono incassati nel muro, mentre quello della doccia corre sul solaio.

Il problema della pendenza dello scarico insufficiente quindi non si pone quasi mai nel caso di piccoli spostamenti, ma solo se bisogna spostare il wc di 1 metro, 2 metri o addirittura sulla parete opposta. In tutti questi casi, bisogna assicurarsi che il nuovo scarico arrivi alla colonna principale con una pendenza adeguata. Si tratta di interventi piuttosto complessi che vanno ovviamente eseguiti da un professionista qualificato.

Per risparmiare sui costi, potresti richiedere diversi preventivi a ditte che si occupano di lavori di idraulica nella tua zona. Se vuoi tramite il nostro sito puoi richiedere gratuitamente un preventivo per lo spostamento del wc ad altrettante ditte che lavorano nella tua zona.

Ristrutturare il bagno: una guida pratica per non sbagliare

Ecco i casi in cui è possibile spostare il wc, le problematiche che comportano e le possibili soluzioni. Spostare il wc sulla stessa parete del bagno Se devi spostare il wc di 1, 2 o più metri sulla stessa parete, esistono due soluzioni possibili: Installare un wc con scarico a parete.

Potrebbe piacerti: Come scarico itunes sul pc

Nel caso in cui lo spessore non sia sufficiente, occorrerà creare una controparete. Installare un trituratore. Il collettore tra wc e scarico principale è detto braga, ed ha uno spessore minimo, come abbiamo detto, di circa 10 cm. Nessuna impresa e spesso nemmeno i tecnici te ne parleranno finchè non sarà il momento di affrontarli…ma tu puoi evitare di arrivare impreparato.

Problema 1: quanto massetto hai sotto il pavimento?

Una cosa che avrai notato sicuramente è che, da qualche parte, è presente uno scalino che divide il bagno in due parti: una più alta e una più bassa. In sostanza i tubi che hai sotto il pavimento non possono essere perfettamente orizzontali ma devono essere leggermente inclinati. A partire da questo pozzetto un tubo, che naturalmente deve essere sempre in pendenza, va ad innestarsi nella colonna fecale.

Perché il wc non viene innestato in questo pozzetto?

Spostare il wc sulla stessa parete del bagno

Il tubo che esce dal wc ha un diametro maggiore di quello che esce dagli altri sanitari, penso che sia semplice immaginare il motivo. Quindi non risulta conveniente convogliarlo verso un pozzetto insieme agli altri scarichi, ma è molto più pratico immetterlo direttamente nella fecale.

Tutto questo insieme di impianti composto da tubazioni e pozzetto viene sempre posizionata a pavimento e, nel suo punto di maggior spessore, solitamente arriva ad occupare fino a 15 centimetri.

E qui sorge il problema: tutti i palazzi realizzati fino a non più di 20 anni fa hanno sempre previsto dei massetti di spessore molto inferiore ai 15 centimetri in realtà anche quelli nuovi raramente raggiungono questi spessori. E più indietro si va nel tempo quindi più è vecchio il palazzo in cui è presente il bagno da ristrutturare più diminuisce lo spessore dei massetti, per arrivare a spessori pari al minimo indispensabile per posare il pavimento parliamo anche di soli cm.

A livello di costi non varia molto, si tratta di pochi centimetri di cemento leggero, invece varia molto a livello estetico. E se devo dirtela tutta: dividere il bagno in una zona bassa e una zona alta spesso rende molto più bello il tuo bagno.

Quindi una necessità tecnica che si traduce in un miglioramento estetico. Problema 2. Il muro è abbastanza spesso? So che ti sembra una domanda assurda ma seguimi.

Dilemma su scarichi doccia e vasca

Il wc che attualmente hai in bagno ha la vaschetta di scarico posizionata a vista in alto? Oppure è posizionata a vista proprio dietro il wc? Questa vaschetta effettivamente non è molto spessa, solitamente intorno ai 10 centimetri ormai anche qualcosa in meno ma molti anni fa si usava costruire anche le pareti dei bagno con mattoni spessi 8 centimetri a cui venivano aggiunti due strati di intonaco per arrivare ad uno spessore complessivo di circa 11 centimetri.

Le soluzioni ci sono e sono varie: Potresti far realizzare una controparete da addossare a quella esistente fatta con tavelle sottili da 3 centimetri. In questo modo eviti di toccare il muro retrostante Potresti scegliere un wc con una cassetta esterna di design. Ormai ci sono soluzioni molto belle esteticamente 3.

i 7 errori della ristrutturazione

Cosa devi vedere per prima quando entri in un bagno? Quando entri in un bagno la prima cosa che vedi non deve MAI essere il wc e il bidet. Quindi la cosa più vicina alla porta, o la prima cosa che si vede, dovrebbe essere proprio il lavabo.

Se non riesci a trovare nessuna soluzione per mettere il lavabo vicino alla porta allora prova a metterci la vasca o la doccia che sono comunque spesso due oggetti belli da vedere. Tuttavia il fatto che anche gli altri sanitari scarichino nel sanitrit aiuta al "lavaggio" dell'apparecchio, ma almeno in caso di malfunzionamento del trituratore, il bagno sarebbe utilizzabile, ovviamente tranne il vaso.

Anzi si potrebbe dire che un bagno con sanitrit ma anche senza sanitrit sarebbe bene impermeabilizzarlo tutto. Come si impermeabilizza un bagno? Uno dei materiali che più si presta a questa applicazione secondo me è il Mapelastic della mapei o il nanoflex della Kerakoll, una sorta di malta a ridottissimo spessore che, una volta indurita, diventa una vera e propria pellicola impermeabile e, essendo di fatto una malta, è un buon sottofondo per la posa delle mattonelle.

Tuttavia non è un obbligo: come dicevo, dal sanitrit in condizioni d'uso normali non deve uscire una goccia d'acqua. Una volta ho realizzato un impianto con sanitrit un po particolare, in cui il cliente desiderava una macchina più potente di quella del modello da incasso: parallelamente nessuno voleva che questa macchina fosse a vista, quindi ho fatto realizzare, nella limitrofa cabina armadio, un vano in muratura completamente impermeabilizzato in cui è stato poggiato il sanitrit.

Rifare il bagno, ma è possibile spostare il wc?

Con la falegnameria della cabina armadio ho poi provveduto a nascondere opportunamente il tutto. Occorre prestare attenzione alla corretta posa delle fasce serratubo e degli accessori specifici da impiegarsi per questo innesto. Secondo me, comunque, la migliore tecnica con cui realizzare il condotto di scarico del sanitrit è con le tubazioni a saldare: o a caldo, o a colla. Alcune persone potrebbero essere molto sensibili al rumore prodotto dall'apparecchio.

Nel caso di installazione del sanitrit dietro al vaso non c'è molto che possiate fare per evitare il rumore, ma nel caso in cui venisse incassato, è possibile realizzare lo sportello del vano con un materiale fonoisolante al suo interno, rivolto verso la macchina. Alcuni hanno pensato di spruzzare della schiuma poliuretanica ad espansione nel vano tecnico, "riempiendo" di fatto tutto il vano di schiuma indurita: sebbene il risultato acustico fosse eccezionale, mi sento di sconsigliare fortemente questa soluzione perché 1.

Lo schiumare, invece più che semplicemente murare, il condotto di scarico del sanitrit potrebbe essere una buona idea perché questo riempitivo assorbe vibrazioni e rumore, ma comunque il rumore che si produce dalla tubazione è minimo rispetto a quello prodotto dalla macchina stessa quando in funzione.

Come già accennavo prima in qualche passaggio, secondo me è bene che il sanitrit venga usato solo per il secondo bagno. Ritengo sia importante che almeno uno dei bagni di casa abbia lo scarico "tradizionale". Non è una regola, per carità, e nè i bagni "tradizionali" sono esenti da rotture o problemi che possono temporaneamente renderli inservibili. Si tratta più che altro di una questione di sicurezza. Pubblicato da.